Tra Ponte Oliveto e la confluenza con il Tanagro, il fiume Sele attraversa una valle stretta, compresa tra pareti rocciose caratterizzate da un gran numero di polle le cui acque hanno caratteristiche fisiche e chimiche particolari. Si tratta della zona termale di Contursi, le cui sorgenti producono acque sulfuree ed oligominerali. Dalle analisi effettuate è stato possibile classificare le acque in tre principali categorie: sulfuree-bicarbonato calciche; sulfuree-bicarbonato alcalino terrose; sulfuree-bicarbonato alcalino terrose-salse. A questi tre tipi di acque, l’idrologia medica attribuisce proprietà terapeutiche che vanno dalla cura della calcolosi a quella delle malattie della cute. L’area di Contursi Terme costituisce uno straordinario bacino idrotermale, un autentico tesoro costituito da cento fonti con acque calde e fredde, una decina delle quali soltanto è sfruttata. Il bacino di Contursi Terme presenta soprattutto acque sulfuree. Le terme sono distribuite tra due poli: acque fredde e acque calde.